Conoscere, imparare e divertirsi insieme

Il progetto di Viaggi Teatrali prende forma dopo cinque anni di esperienza a diretto contatto con il pubblico museale, nei quali ho sperimentato a fondo la narrazione atipica e interattiva per coinvolgere l’ascoltatore (anche adulto) in modo da farlo letteralmente viaggiare all’interno dell’argomento trattato.
Nel pentolone degli ingredienti delle mie proposte troverete un po’ di teatro, un po’ di filosofia, un po’ di neuroscienze, un po’ di pedagogia, due pizzichi di ironia e una smodata quantità di tempo dedicata allo studio e alla preparazione dei testi che, prima dell’utilizzo, vengono sempre vagliati da “esperti nel campo”: non ringrazierò mai abbastanza i miei amici archeologi, astrofisici, filosofi, storici e naturalisti per aver collaborato e assecondato le mie particolari necessità e richieste (di Heritage Interpretation, a dir il vero, con loro non ho minimamente parlato!).
Il mio desiderio è arricchire. Gli altri. Vivacemente, trasmettendo con entusiasmo quanto io scopro e imparo ogni giorno, giocando e facendo giocare con le parole, con i gesti e con l’espressività. La mia speranza è di contribuire a migliorare concretamente, anche soltanto di poco, la consapevolezza di chi partecipa alle mie divulgazioni e, perché no, suggerire un modo gioioso in cui cominciare a interpretare il mondo che ci circonda e di cui rimaniamo gli attori principali.

torna indietro